Formazione universitaria e mondo del lavoro: troppo spesso i due mondi sono ritenuti distanti tra loro, sebbene uno rappresenti le fondamenta dell’altro.

È questo uno dei concetti chiave veicolati a circa sessanta studenti universitari frequentanti i corsi di ingegneria gestionale e ingegneria informatica dal Politecnico di Milano – Polo territoriale di Cremona nel corso dell’evento “Discover the future”.  Organizzato da Politecnico di Milano, REI – Reindustria Innovazione, capofila del progetto Humans Hub, CRIT – Polo per l’Innovazione Digitale di Cremona e Informagiovani del Comune di Cremona l’evento si è svolto online con la forma del webinar mercoledì 9 dicembre 2020 e si proponeva di riunire studenti, docenti e mondo delle imprese. In particolare, il cuore dell’evento era finalizzato a presentare agli studenti Humans Hub, l’accordo di ricerca vincitore della Call Hub Ricerca e Innovazione di Regione Lombardia e far conoscere agli studenti le specificità produttive del territorio della provincia di Cremona, le aziende aderenti al partenariato di Humans Hub. L’obiettivo? Creare un momento proficuo di scambio di idee, informazioni e visioni sul mondo del lavoro che sarà.

Aziende e Università si devono compenetrare” è questo l’auspicio di Gianni Ferretti, Prorettore del Polo territoriale di Cremona del Politecnico di Milano, che apre la sessione aggiungendo un’importante nozione di contesto: “non si ha l’esatta percezione di quante possibilità e opportunità siano presenti a livello lavorativo nel territorio della Provincia di Cremona.” Alle parole del Prorettore fanno eco quelle di Luca Fumagalli, professore di Gestione degli impianti industriali presso la sede cremonese del Politecnico: “per rispondere a queste sfide, abbiamo pensato di creare questo momento di scambio, mettendo insieme le aziende di Humans Hub e gli studenti del Politecnico”.

Quali sono le possibilità che offre il territorio?

Nel corso del suo intervento, Ilaria Massari , direttore di REI-Reindustria Innovazione, offre i dati dello scenario cremonese: moltissime le specializzazioni, come ad esempio la manifattura e l’artigianato, la zootecnia e le produzioni agroalimentari, la cosmetica e la meccanica. Sette le competenze strategiche, cioè distintive, che posizionano il territorio in vetta alle classifiche nazionali, tra questi: la trasformazione alimentare, l’agricoltura, la zootecnia e la meccanica piazzano al primo posto assoluto la provincia di Cremona.

Questi settori, in particolare quello della meccanica, sono alla costante ricerca di giovani formati e appena usciti dall’università ma spesso si trovano in difficoltà nel reperire adeguata forza lavoro. Per sopperire a questo gap, il territorio si è dotato di una serie di strumenti e meccanismi che ne accrescano il potere attrattivo avendo come target i talenti e i futuri lavoratori.

Attrattività. È questa la parola chiave del webinar, analizzata dal punto di vista delle imprese.  “Per attrattività intendiamo la capacità di possedere la facoltà di attrarre, qualcuno o qualcosa” sostiene Rita Longari Junior HR Manager di REI-Reindustria Innovazione che poi si domanda “quanto sono attrattive le nostre imprese nei confronti dei giovani talenti?” Ecco alcune caratteristiche che rendono un’impresa attrattiva per un giovane in cerca di lavoro: un workplace stimolante, la condivisione degli obiettivi tra azienda e lavoratore e l’engagement diretto. Per contro, lato aziende, quali sono le caratteristiche che rendono un candidato più attrattivo di altri agli occhi del datore di lavoro? Non solo il possesso di hard skills (più di natura tecnica e tecnologica) ma anche e soprattutto le sotf skill, più trasversali, che consentono al lavoratore di entrare in relazione e in sintonia con l’azienda.

Ciò detto, Humans Hub è un progetto che, oltre ad unire all’interno di uno stesso partenariato imprese e ricerca ha, tra i propri obiettivi chiave, la questione relativa alla valorizzazione del capitale umano. Variabili che si sposano e convivono con lo svolgimento dei task progettuali, in capo alle aziende. Sul portale di Humans Hub, infatti, è pubblicata una bacheca challenges che, rivolgendosi a giovani talenti e startup, offre una panoramica di progetti e prodotti innovativi sui quali si concentrano le attività delle aziende ed è finalizzata a mettere in luce le possibilità di collaborazione con il mondo Humans e con le aziende del partenariato

Humans Hub aggrega imprese con competenze differenti finalizzate alla diffusione del paradigma di industria 4.0 nelle PMI del territorio cremonese attraverso tre linee: lo sviluppo di un Hub territoriale permanente per l’apprendimento interaziendale e lo scambio di best practices, favorendo collaborazione tra startup, pmi, aziende consolidate ed enti di formazione; agisce per lo sviluppo di un’infrastruttura digitale di fabbrica (progettando servizi basati sull’analisi dei dati, come il monitoraggio e la predizione), la creazione di un modello digitale di fabbrica e lo sviluppo di sistemi di manifattura avanzata (auto-adattativi e sistemi di robotica collaborativa). Tutti gli output di Humans Hub sono progettati in ottica human centric: la finalità ultima è posizionare l’uomo al centro del processo produttivo, elevandolo al ruolo di esperto di processo in grado di seguire la macchina in tutte le sue fasi.

Come collaborare e conoscere le opportunità lavorative del territorio?

L’Informagiovani del Comune di Cremona, invitato a portare il proprio contributo e la propria testimonianza all’evento, è formato da professionisti del mondo del lavoro in grado di fornire gratuitamente le corrette indicazioni a chiunque voglia conoscere le opportunità lavorative dischiuse dal territorio. Ma non solo, grazie alla collaborazione con una startup cremonese, CVQui Jobiri, l’Informagiovani del Comune di Cremona si è dotato di una piattaforma che consente l’incontro tra domanda e offerta di lavoro nel territorio della provincia di Cremona.

Conoscere il territorio, i progetti in essere e gli strumenti per l’attrattività dei talenti: potremmo dire che sono questi alcuni dei pilastri posati nel corso del webinar dove, grazie all’accordo di ricerca Humans Hub, si è parlato di lavoro, side e futuro.

Share this post